Web Agency Artigiana – il nostro sito per Unione Artigiani di Milano

Web Agency Milano, web agency artigiana?

Wikipedia dice che “Un artigiano è un lavoratore esperto che utilizza attrezzi, macchinari e materie prime per la produzione o la trasformazione di determinati oggetti o alimenti.”

Non ho mai cercato la definizione prima d’ora ma ho sempre immaginato mestieri nobili come marmisti, ceramisti o pasticceri. Persone con molta fantasia e attrezzi un po’ strani.

Immaginavo lavoratori capaci che trasformano materia grezza e sporca in capolavori.

Non pensavo certo che un’agenzia web di Milano (come questa), con schermi giganteschi e sedie comode potesse essere detta artigiana.

Me ne sono accorto con la dovuta calma, dall’aprile dell’anno scorso. Un account a casa malato mi chiede di sostituirlo in un meeting. Aspetto il cliente dopo aver rivoluzionato il calendario del giorno.

L’Unione Artigiani di Milano.

Lavoro facile, penso guardando il loro sito: poco aggiornato, incompatibile con qualsiasi schermo troppo grande o troppo piccolo, molte pagine non organizzate e con un aspetto grafico un po’ attempato.

Mentre parlo col cliente però mi rendo conto che le sue esigenze sono molto diverse. Molti si iscrivono all’associazione solo per un motivo specifico e sfruttano la membership una volta sola, dimenticandosene rapidamente. È un’associazione complessa, l’Unione Artigiani, presentissima sul territorio e rapida nel cercare nuovi modi per facilitare la vita agli artigiani, permettendo loro di fare quel che sanno fare bene. Gli artigiani.

È un mondo nuovo, complessissimo e con tante soluzioni costruite ad hoc sul cliente, persone che investono il loro tempo per espandere il tessuto creativo di questa città. Vengono create così tante cose nuove, così velocemente, che raccontare tutto questo è difficile. Un’associazione con un numero di servizi così diversificato che anche chi è membro da anni fatica a ricordarsi tutto.

Ecco, ora che leggo tutta l’offerta di questa associazione gigante mi rendo davvero conto che questo progetto è potenzialmente gigante, e molto interessante.

Riorganizziamo tutti i servizi con il cliente attraverso un approccio che mette al centro l’utente. Non è più il cliente a decidere l’importanza o l’ordine delle cose, ma l’utilità per l’utente.

Ed eccoci qui a ripensare se siamo una fredda azienda IT o artigiani della qualità (dove l’ho già sentita?).

Blocco di pietra grezzo (sito poco organizzato, offerta gigante, tanti utenti, identità importante)

C’è.

Strumenti (due designer, una consulente di digital media appena arrivata in ufficio, un account ma soprattutto un cliente con voglia di innovare e aperto ad ascoltare i nostri suggerimenti).

C’è tutto.

Ora dobbiamo “solo” raccontare add un pubblico enorme, composto da persone che sanno di essere uniche, un sacco di cose diverse dicendo loro che sono parte della stessa cosa.

Iniziamo:

1) Dividiamo tutti i servizi per le categorie di artigiani! Ognuno ha esigenze diverse, possiamo classificarli e far trovare all’utente le cose che servono.

Non è l’idea del secolo: Categorizzare un artigiano è difficilissimo, ognuno è speciale in modo diverso e rischiamo di non far ritrovare tutti Gli artigiani sono troppi, molti servizi si sovrappongono e ognuno (giustamente) pensa di essere speciale in un modo diverso.

Da questo resta in ogni caso fuori tutto un aspetto, che è l’offerta dedicata ai cittadini.

Unione Artigiani offre ai cittadini dei servizi separati e peculiari. Decidiamo quindi da subito di separare la categoria. La inseriamo come sottotitolo della sezione, indicandone la netta divisione.

Seconda ipotesi: Dividiamoli per temi: CAF, contabilità, servizi vari: troverebbero facilmente ciò che serve a loro e noi ne riassumeremmo alcuni, i più importanti, in homepage.

Anche qui non ci siamo ancora:  La navigazione si presenta confusa e la complessità non viene comunicata correttamente.

Terza ipotesi: quella giusta. Separando nettamente i cittadini decidiamo di dividere gli artigiani nei tre momenti di vita della loro impresa:

medito di aprirne una.

ho appena cominciato.

sono artigiano titolare di un’impresa da un po’.

sono un cittadino

Questo ci ha permesso di agevolare la navigazione tramite un filtro che aiuta l’utente a vedere solo la porzione di servizi che gli servono, riferita ad un preciso momento della sua vita d’impresa.

Così facendo dividiamo in tre cluster separati scegliendo momenti importanti della vita di un’impresa.

I servizi di Unione Artigiani

Certo questo poteva essere raggiungibile con un search engine in modo rapido…

La soluzione del motore di ricerca come unica modalità è definibile “lazy ux”. È come dire “trovati da solo ciò che cerchi” senza partire dall’esigenza ma dal nome della soluzione. No, vorremmo raccontare un’offerta complessa e diversa aiutando l’utente nella navigazione. Tutto questo però non ci ha impedito di aggiungere un motore di ricerca comunque, per gli utenti che tornano e sanno cosa cercare. 

Ora ci serve una chiave di comunicazione:

C’è un brand, con dei colori obbligati dai quali non si scappa. Scegliamo il bianco come colore di sfondo e il blu come accento. Ovvio. Ma anche saggio: un sito molto bianco, con poche immagini e titoli contrastati si carica velocemente e fornisce i contenuti molto chiaramente. La credibilità di un’associazione passa anche dal sito.

Rimane la necessità di avere un’identità precisa, riconoscibile e sentita da tutti come propria. Un’identità che parli della storia ma anche della modernità.

Scegliamo di raccontare la milanesità, l’appartenenza ad un territorio e il legame con la sua storia. Decidiamo di prendere spunto dallo stile Liberty che per un po’ è passato di qui.

Non vogliamo che questo stile sia troppo invasivo, quindi decidiamo di applicarlo ad una serie di pattern di sfondo, sufficienti per comunicare l’idea ma non troppo evidenti da sovrastare.

Che giorno era quella cosa che dovevo fare?

Un sito come questo deve essere un punto di congiunzione per tutti gli appuntamenti che l’associazione organizza o che ruotano attorno agli artigiani. Di solito un portale come questo inserisce appuntamenti in una lista cronologica o in un piccolo calendario. Abbiamo voluto essere più chiari e abbiamo elaborato un nuovo sistema per comunicare diverse categorie senza mostrare i giorni vuoti.

Gli appuntamenti come si presentano in Homepage

Una volta entrati nella pagina interna mostriamo anche il motore di ricerca e un selettore con filtri.

La mappa

Vogliamo raccontare un ultimo aspetto tra le tante cose che ci è piaciuto fare in questo progetto.

L’estensione di Unione Artigiani sulla provincia milanese è impressionante: per mostrarla al meglio scegliamo di descriverla in due modi diversi: una è una pagina che raccoglie tutte le sedi, una è una mappa interattiva che permette la navigazione tra tutti i punti di riferimento.

Grazie a MapBox riusciamo a mostrare anche l’estensione dell’area coperta tramite colori.

La mappa delle sedi

L’elenco delle sedi

Una delle cose che amiamo di più di questo lavoro è poter fare progetti come questo. Poterne curare tutti gli aspetti e i dettagli, di pensarne ogni minimo particolare e affrontare la complessità con un cliente che si fida e partecipa attivamente. È questo che ci fa sentire degli artigiani.

www.unioneartigiani.it

Lascia un Commento