5 cose da considerare assolutamente per avviare un e-commerce

SSe stai decidendo di avventurarti nel grande e vasto mondo dell’e-commerce per la prima volta potresti essere comprensibilmente perplesso, anche solo per capire da dove iniziare.

Niente paura, oggi è più semplice che mai avviare un’e-commerce, anche se è la tua prima volta.

Ecco 5 cose da tenere ben presenti nel farlo:

Dimensioni del server

Una delle prime cose da prendere in considerazione per avventurarci in questo mondo è il servizio di hosting e il server che andrai a scegliere per ospitare il tuo sito. Tutto va calibrato sulla dimensione che avrà il sito, un hosting condiviso potrà funzionare soltanto per e-commerce molto piccoli e pur facendoci risparmiare qualcosa non avrà certamente prestazioni soddisfacenti, se il tuo e.commerce è un po’ più ambizioso, invece, dovrai per forza optare per un server dedicato (almeno una VPS, Virtual Private Server).

Una terza alternativa è rivolgersi ad un servizio come Shopify, in cui la piattaforma ci verrà messa a disposizione per un costo mensile ridotto ma con una fee su ogni acquisto, ovviamente per un negozio che vende poco può essere vantaggioso ma per un grande negozio i costi saliranno velocemente, oltre ad avere una ridotta capacità di personalizzazione.

 

Web Design

Appena i tuoi clienti arriveranno sul tuo sito si faranno un’idea immediata della qualità del servizio e dei prodotti, come? Semplice dall’aspetto estetico. È quindi necessario assicurarsi che il design del sito sia pulito, professionale, funzionale, facile da navigare e adatto al nostro pubblico target. In questo modo gli utenti non abbandoneranno il sito e instaureremo immediatamente un rapporto di fiducia.

Se invece il tuo sito è eccessivo, difficile da navigare, confusionario o anche semplicemente non molto bello, i clienti probabilmente lo abbandoneranno per cercarne uno che ispiri più fiducia e sia più facile da consultare (a parità di prezzi).

Trai ispirazione dai giganti dell’e-commerce, l’essere piccolo non significa che la loro esperienza di anni e migliaia di ordini non valga anche per te, inoltre gli utenti sono già abituati a navigarli e quindi apprezzeranno soluzioni tecniche e pattern di navigazione simili, non scimiottarne però l’estetica, rischieresti di convincere gli utenti di essere finiti su un sito truffaldino che cerchi di farsi passare per quello che non è.

Marketing di nicchia

Quando hai cominciato a approfondire l’argomento della vendita online potresti esserti imbattuto in un termine “mercato di nicchia” che si traduce in un mercato piccolo e quindi in poche vendite, questo invece è marketing di nicchia, tutta un’altra cosa. Il marketing di nicchia è il trovare una nuova strada per attirare i tuoi clienti in un mercato già affollato, il risultato sperato è quindi diametralmente opposto a quello di un mercato di nicchia, e cioè l’aumento delle vendite.

Il concetto si traduce nell’offrire qualcosa di nuovo che i competitor non offrono, attirando quindi nuovi visitatori e, spesso e volentieri ,vendendo assieme al prodotto particolare anche i prodotti che avrebbero potuto trovare altrove. Scoprirai che così facendo i tuoi clienti cresceranno rapidamente.

 

Qualità del servizio clienti

Una delle prime cose che il tuo negozio online dovrà avere sarà un servizio clienti “ragionevole”, ovviamente non potrai concentrare tutte le tue risorse su questo aspetto ma dovrà almeno essere efficiente e non scontentare i clienti. È l’unico modo per acquisire e mantenere clienti nel tempo, avendo rispetto di loro loro impareranno ad apprezzare la qualità della tua offerta e quando possibile la ripagheranno con un nuovo acquisto.

Nel tempo poi potrai certamente migliorarlo, assicurati che esso sia sempre a disposizione sia di chi ha già comprato che di chi non sia ancora un cliente per chiarire dubbi e trovare soluzioni. Se ti dimostri aperto al dialogo torneranno volentieri a fare affari con te.

 

Sicurezza

Non è possibile parlare di Negozi Online senza affrontare il discorso sicurezza, trattiamo soldi e dobbiamo quindi offrire un buon livello di sicurezza a chi ce li affida.

Prevediamo un sistema di backup efficiente in modo da tornare operativi in poco tempo e non perdere ordini (non soltanto mancati ordini ma anche non perdere ordini già effettuati) anche in caso di problemi. Per le transazioni economiche, se non è possibile affrontarle seriamente, cerchiamo di utilizzare partner esterni affidabili come PayPal e simili.

Ricordati che un furto di dati finanziari è un grosso problema sia legale che di immagine, un cliente che lo subisce difficilmente tornerà a comprare da te.

 

Articolo liberamente tratto da https://designrfix.com/marketing/5-major-things-consider-starting-ecommerce-store-js

 

Lascia un Commento