6 domande da fare prima di affidarsi ad una web agency

Affidarsi ad un’agenzia per progettare o sviluppare un progetto web può essere un compito arduo. Se sei attualmente nel mezzo di un processo del genere, non ti invidio. Ci sono molti elementi da confrontare tra agenzie prima di prendere una decisione definitiva. Bisogna essere bravi a prevedere come andranno le cose con ciascuna.

Ci sono le domande ovvie da porre: con chi hanno lavorato? Cosa hanno prodotto? Quanto è grande la loro squadra? Per quanto tempo hanno lavorato nel campo? Dove si trovano? Qual è il loro metodo? Quanto costerà lavorare con loro? Quali piattaforme tecnologiche usano? Ma ci sono anche aspetti soggettivi che dovresti prendere in considerazione: mi divertirò a lavorare con loro? Possono comprendere il mio progetto? Mi fido di loro?  Sappiamo che prenderai una decisione calcolata, ma il tuo istinto avrà molta importanza.

Mi piacerebbe condividere alcune domande che credo dovresti prendere in considerazione quando vuoi affidarti ad una web agency

1. Perché esisti? Se rispondono, “cosa intendi?”, Chiedi loro, “ci sono un sacco di altre agenzie che offrono i servizi che fai. Perché la tua agenzia ha deciso di occuparsi di questo campo? Cosa ti rende diverso? ”

Potrebbero cercare di aggirare la domanda, ma potrai facilmente notare se sono convinti di avere una value proposition originale
e capire se hanno una marcia in più. Se tutti affrontano i progetti allo stesso modo, come farai a prendere una decisione? Se sei annoiato dalla loro risposta, potrebbe indicare una mancanza di immaginazione da parte loro.

2. A chi si ispira l’agenzia? Tutti hanno mentori e persone che ammirano. Un’agenzia dovrebbe essere abbastanza sicura di sé da poter menzionare le proprie ispirazioni. Se non hanno una risposta, probabilmente stanno vivendo in una bolla.

3. Come misurate e presentate i progressi durante un progetto?  Come cliente, avrai vari gradi di visibilità nel processo durante il tuo progetto. Non dovrebbe essere difficile per un’agenzia spiegare e fornire un esempio di come potrebbe apparire un normale aggiornamento di avanzamento lavori.

4. Quali strumenti ho bisogno di imparare per lavorare con voi? A meno che non facciano affidamento solo sulla posta elettronica per comunicare (un grave indicatore che dice che  dovresti scappare rapidamente!) o che tua abbia già usato i loro strumenti, dovrai fare un investimento nell’apprendimento di alcuni dei loro processi e strumenti . Hanno qualche metodo didattico per rendere più facile questo compito?

5. Puoi descrivere il tuo approccio ai test? Se la prima risposta è “certo, testiamo su Internet Explorer”, è improbabile che abbiano un processo di test coesivo.  Possono fornire un accesso regolare per vedere se quei test stanno passando? Provano attraverso browser e sistemi operativi? Quanti test vorresti eseguire come cliente?

6. Potresti parlarmi di alcuni dei tuoi ex clienti? Le testimonianze sul loro sito web sono eccezionali, ma se stai per iniziare a investire un sacco di soldi in un progetto, vorrai avere più rassicurazioni possibili. Chiedi a un’agenzia di presentarti a qualcuno con cui non lavorano più. Le aziende hanno una serie di motivi per interrompere la collaborazione con un’agenzia. Quando parli con gli ex clienti, fai sapere loro che sei veramente interessato a lavorare con loro, ma vuoi essere rassicurato. Chiedi loro delle domande precedenti. Il modo in cui descrivono la loro esperienza è in linea con il modo in cui l’agenzia si presenta attualmente? Se ci sono discrepanze, torna all’agenzia e chiedi chiarimenti. È possibile che abbiano cambiato il loro approccio in meglio. “Giusto, eravamo soliti fare X e Y così … ma ho capito che c’erano alcuni punti deboli, quindi abbiamo evoluto il nostro processo.” Buona fortuna! Mentre prosegui nella ricerca, assicurati di dotarti di sufficienti informazioni per  essere fiducioso riguardo alla decisione che stai per prendere. Domande aperte come queste possono fare miracoli per aiutare a restringere la tua lista.


Articolo interamente tratto da blog.planetargon.com. e tradotto da Studio Up – Web Agency Milano

Lascia un Commento